Possiamo aiutarti?
tel. +39 02 86461448 - info@antik.it
Via S. Giovanni sul Muro 10 - Milano (Italia)
Lunedì-Sabato: 10.00-19.00
Domenica: chiuso


https://www.antik.it/Antiquariato-nautico/5695-Stampa-Panckoucke/

Antiquariato nautico/5695-Stampa Panckoucke

Cod. 5695   Stampa Panckoucke   € 350.00

Stampa da incisione su lastra di rame proveniente dall’Encyclopédie méthodique di Panckoucke; si tratta della tavola n. 33, fig. 397-405 volume Marine Planches (più di 1500 figure che trattano tutti i soggetti riguardante la marina: piani, costruzione, carpenteria, alberatura, armamento delle manovre, cordame, vele, artiglieria, manovre della nave e tattiche di combattimento) e misura con cornice cm 30x1,3X37,5. E' raffigurato come costruire una bussola. La stampa reca la firma "Benard direxit". Robert Bénard fu un incisore francese (1734-1777) che realizzò le tavole dell’ Encyclopédie a partire dal 1751. Il suo nome sarà ripreso dall’editore Charles-Joseph Panckoucke per l’Encyclopédie méthodique. Ottimo stato.
L’Encyclopédie méthodique ou par ordre de matières par une société de gens de lettres, de savants et d’artistes; précédée d’un Vocabulaire universel, servant de Table pour tout l’Ouvrage, ornée des Portraits de MM. Diderot et d’Alembert, premiers Éditeurs de l’Encyclopédie (L’Enciclopedia metodica o per ordine di materie per un pubblico di letterati, studiosi e artisti, preceduta da un vocabolario universale, che serve da indice per tutto il lavoro, ornati con i ritratti dei signori Diderot e d’Alembert, i primi redattori della Enciclopedia), chiamata anche Encyclopédie "Panckoucke", pubblicata dal 1782 al 1832 in lingua francese, è un’opera monumentale che si basa sull’Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers di Diderot e d’Alembert con l’obiettivo di migliorarla e di completarla.
Fu lanciata dal libraio-filosofo Charles-Joseph Panckoucke, con sede a Parigi, e dopo la sua morte, avvenuta nel 1798 la pubblicazione fu assicurata da suo genero e socio Henri Agasse (1752-1813) e poi da sua figlia Thérèse-Charlotte Agasse, vedova di quest’ultimo.